Fabrizio PASSARINI
Bologna, 14/09/1972
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Dipartimento di Chimica Industriale “Toso Montanari”
Fabrizio Passarini Aracne editrice

Fabrizio Passarini è professore associato confermato presso il dipartimento di Chimica Industriale "Toso Montanari", Università degli studi di Bologna dal 2014. Ha conseguito la laurea in Chimica industriale nel 1996 ed il Dottorato di Ricerca in Scienze chimiche nel 2000, XII ciclo, presso l'Università degli Studi di Ferrara, consorziata con l'Università “Ca' Foscari” di Venezia. Abilitato alla professione di Chimico ed iscritto all'Albo dei Chimici di Bologna e Ravenna. L'attività scientifica di formazione e ricerca è proseguita all'interno del Dipartimento di Chimica Industriale e dei Materiali della Facoltà di Chimica industriale presso l’Università degli studi di Bologna. Dal 2002 al 2014 ha lavorato presso la Facoltà di Chimica industriale in qualità di Ricercatore, confermato poi dal 2005, incardinato nel Polo Scientifico Didattico di Rimini, per il Corso di Laurea di Tecnologie chimiche per l'ambiente e per la gestione dei rifiuti. Giudicato idoneo nell'Abilitazione Scientifica Nazionale, bando 2012, per il settore concorsuale 03/A1, dal 15 settembre 2014. Dal 2004 al 2006 è stato Coordinatore Nazionale di “ARG – Ambiente Ricerca Giovani”, gruppo dei giovani ricercatori nel campo della Chimica dell'ambiente e dei beni culturali, afferente all'omonima Divisione della Società Chimica Italiana. È stato co–chairman, del XIV Congresso Nazionale di Chimica dell'ambiente e dei Beni culturali, “La chimica nella società sostenibile”, Rimini, 2–5 giugno 2013 e del XV Congresso Nazionale, Bergamo, 14–18 giugno 2015. È stato co–direttore, assieme al prof. Luciano Morselli, di 2 International Summer Schools: 1) “Innovative Technologies and Environmental Impacts in Waste Management”, 12 – 17 giugno 2006, Rimini; 2) “Waste Recovery: Recycling and Waste to Energy”, 25–30 giugno 2007, Rimini.È stato coordinatore di un “Erasmus Intensive Programme” (nel contesto dei progetti di formazione europea “Lifelong Learning Programme”) triennale, dal titolo: “Strategies, Applications and Methodologies of Waste Recovery”, che ha coinvolto studenti e docenti di 7 Università europee: Alma Mater Studiorum – Università di Bologna; Università di Modena e Reggio Emilia; Braunschweig Institute of Technology (Germany); Rey Juan Carlos University (Spain); Catholic University of Leuven (Belgium); Vienna University of Economics and Business Administration (Austria); University “Dunarea de Jos” of Galati (Romania). Prima edizione: 27 ottobre – 7 novembre 2008.Dal 2006 fa parte del Consiglio Direttivo della Divisione di Chimica dell'Ambiente e dei Beni Culturali della Società Chimica Italiana. È inoltre membro di SETAC (Society of Environmental Toxicology and Chemistry) e di ACS (American Chemical Society). Svolge il ruolo di revisore per conto del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, di progetti PRIN. Abilitato all'esercizio della professione di chimico, iscritto all'Ordine Interprovinciale dei Chimici dell'Emilia Romagna. Dal 2013 è Vice–Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale “Energia e Ambiente” dell'Università di Bologna, nell'ambito del POR–FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007–2013 con la Regione Emilia Romagna per la realizzazione dei tecnopoli Regionali.
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto