Mauro GIANNINI
Genova, 08/07/1942
Università degli Studi di Genova
Dipartimento di Fisica (DIFI)
Mauro Giannini Aracne editrice

Mauro Giannini è stato professore ordinario di Fisica nucleare e subnucleare e preside della Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali presso l’Università degli Studi di Genova. Ha svolto ricerche riguardanti i nuclei e la struttura a quark dei barioni in collaborazione con l’Istituto nazionale di Fisica nucleare e con l’Università di Mainz. È autore di oltre un centinaio di articoli su riviste specializzate ed è stato organizzatore di numerosi congressi internazionali. Si è laureato nel 1965 con una tesi di Fisica delle particelle elementari; il suo primo lavoro, successivo alla tesi, riguarda un'applicazione del modello a quark [G. Dillon, M. M. Giannini, The A1–meson decay in the quark model, Il Nuovo Cimento 54A, 937-944 (1968)], da poco introdotto. Successivamente, si è occupato di argomenti di Fisica nucleare, in particolare del potenziale ottico utilizzato per descrivere la diffusione elastica di nucleoni su nuclei [M. M. Giannini, G. Ricco, An energy–independent non–local potential model for bound and scattering states, Ann. Phys. (N.Y.) 102, 458-492 (1976), M. M. Giannini, G. Ricco, A. Zucchiatti, An energy-independent non local potential model: II the asymmetry term, Ann. Phys. (N.Y.) 124, 208-246 (1980)], delle proprietà elettromagnetiche dei nuclei leggeri [M. M. Giannini, D. Drechsel, H. Arenhovel, V. Tornow, The charge form factor of three–nucleon systems and the polarization of the bound nucleon, Phys. Lett. 88B, 13-17 (1979)] e della fotoemissione di due nucleoni [L. Boato, M. M. Giannini, Two-nucleon photoemission and nuclear correlations, J. Phys. G: Nucl. and Part. Phys. 15, 1605–1620 (1989), S. Bo, M. M. Giannini, Distortion in two–nucleon photoemission, Nucl. Phys. A533, 441–454 (1991)]. Quindi, in collaborazione con i colleghi dell'università di Mainz, ha cercato di studiare le proprietà elettromagnetiche dei nuclei con esplicito riferimento alla struttura a quark dei nucleoni [D. Drechsel, L. Tiator, M. Beyer, M. M. Giannini, Nucleon polarization and the nuclear charge operator, Phys. Lett. B108, 159-163 (1982), M. Beyer, D. Drechsel, M. M. Giannini, The pair current in the constituent quark model, Phys. Lett. 122B, 1-6 (1983)]. Infine, da circa vent'anni, si occupa, in collaborazione con i suoi studenti, di costruire un modello a quark adatto alla descrizione degli stati eccitati del nucleone, il cosiddetto Hypercentral Constituent Quark Model [M. Ferraris, M. M. Giannini, M. Pizzo, E. Santopinto, L. Tiator, A three body force model for the baryon spectrum, Phys. Lett. B364, 231-238 (1995)]. Tale modello è stato sistematicamente applicato, con successo, alla descrizione di varie proprietà elettromagnetiche dei barioni (per un resoconto, si veda [M. M. Giannini, E. Santopinto, The hypercentral Constituent Quark Model and its application to baryon properties, Chin. J. Phys. 53, 1–75 (2015)]).
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto