Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto
Laboratorio indipendente
«La scrittura è la pittura della voce».


Voltaire

Scrivere è un gesto che affonda le proprie radici nella creatività, un modo per dare libero sfogo ai propri pensieri più nascosti, alle fantasie più recondite. Inventare storie, costruire personaggi, tratteggiare i contorni di nuovi mondi e disegnare società che non esistono sono da sempre tra le attività preferite di uomini e donne dotati di intelletto.
La creatività però non si esprime soltanto attraverso intrecci e trame, personaggi bizzarri e mondi di altri mondi, bensì anche tramite il modo in cui un’opera è scritta e presentata al pubblico.
Laboratorio indipendente ospita testi redatti seguendo stili particolari e sperimentazioni letterarie: dialoghi tra personaggi storici di epoche differenti, interviste ai grandi personaggi della storia, chiacchierate tra uomini e animali.
Il filo conduttore delle opere inserite nella collana è rappresentato dalla sperimentazione, mentre lo stile è innovativo e non inquadrato nei classici canoni della scrittura creativa.
14   Lettere al direttore


Questo è un vero romanzo epistolare: Sergio ripercorre attraverso queste lettere la sua vita, la sua carriera di medico, artista, volontario, intellettuale e ambientalista. Scorrendo questo catalogo di polemiche civili si procede attraverso tutte le attività che lo hanno coinvolto e si conoscono le opinioni, sempre espresse con pacatezza ed onestà, di un uomo mai indifferente a ciò che lo circonda. [...]


13   L'educazione nella storia


Il saggio tratta di pedagogia (paideia) in senso di attualità temporale attraverso un breve vademecum storicistico e storiografico del periodo letterario e pedagogico che dall’Umanesimo giunge al pieno Rinascimento. Il volume, in chiave metodologica, esorta una riflessione nei meandri del pensiero filosofico moderno e contemporaneo attraverso figure educative come J.J. Rousseau, Lambruschini, Vittorini, Montesquieu e altre, verso un postulato di storia dell’educazione.


12   La dolce colazione


Iniziare la giornata con un dolce fatto in casa è una delle piccole gioie della vita. Prepararlo per noi stessi e per le persone che amiamo è un regalo semplice ma prezioso, che mette di buon umore e fa iniziare la giornata con un sorriso. In questo libro troverete delle ricette deliziose che vi ispireranno ad armarvi di farina, lievito, cioccolato e marmellate e ad accendere il forno per riempire la casa di un dolce profumo. Buona lettura, [...]


11   Lo “zio” Marino
Carteggio Marino Moretti - Valerio Pocar (1954–1963)


L’anziano Marino Moretti, famoso poeta e romanziere, fa la conoscenza, ospite a pranzo dei suoi genitori, di Valerio Pocar, allora appena decenne. Moretti rimane colpito dalla vivacità del ragazzino e gli dedica una poesia affettuosamente elogiativa. Nasce così, tra l’anziano scrittore e un ragazzino di belle speranze, un’amicizia tradottasi in una fitta corrispondenza durata diversi anni. L’allora bambino, ormai vecchio, ricorda il suo caro “zio Marino” pubblicando quello scambio epistolare.


10   A ciascuna il suo


Due donne diverse si arrovellano sui loro fallimenti amorosi e sessuali, inanellando incastri esilaranti, precisamente ritagliati dalle mille realtà possibili. Caterina, ufficio stampa all’eterna ricerca dell’anima gemella (ma la ricerca dell’anima gemella sarà essa stessa l’anima gemella?) e Rebecca, musicista multitasking, affamata di vita (e assetata di aperitivo), che ha fatto del “basto a me stessa” un mantra, inceneritore implacabile di tutti i suoi flirt.


9   Un aspetto metafisico del bello nell'arte


Indagare gli aspetti del bello nell’arte è contemporaneamente un’indagine estetica e filosofica. Nel tempo il distacco tra l’essere e l’apparire ha portato alla ricerca dei soli aspetti naturali, escludendo l’indagine storica. Nel volume, la distinzione tra soggetto e oggetto induce a postulare una riflessione metafisica con la quale si prestabilisce uno studio etico ed estetico che va oltre la fisica, e dunque si tramuta in immagine reale, aderente al vero, e perviene a discutere del bello.


8   Récit
Per Albert Camus


Un omaggio a Camus, alla sua etica e al suo straordinario pensiero. Nel capitolo Rècit l’autrice riporta, alla maniera de La caduta, un ipotetico colloquio con Camus e ripercorre alcuni fondamentali argomenti del maestro. Nel capitolo Carnet, invece, sono sviluppati argomenti assolutamente particolari trattati da Camus, come la casbah di Algeri, il burnus, Caligola e altri.


7   Deprexit
La luce nascosta dal buio


Il volume affronta il “male oscuro” rivolgendosi su un piano paritetico a un immaginario interlocutore, al quale l’autore desidera fornire una personalissima chiave di lettura e una strada d’uscita, attingendo con leggerezza dalla letteratura, dalla filosofia e dalla spiritualità. Attraverso suggerimenti e provocazioni, l’autore cerca di condurre per mano il lettore verso la ricerca della propria interiorità con lo sguardo della fede.


6   Per chi ama scrivere


La scrittura è un processo dinamico non passivo che ci permette di aprire la porta a un immaginario tanto individuale quanto collettivo e di trasmetterlo agli altri. Il cammino della scrittura, lungo e difficile, deve essere sempre fondato sul “cuore”: i migliori romanzi della nostra vita nascono dalle idee, dal desiderio di trasformare l’esistente per creare mondi migliori ed è continuando a scrivere che diamo al mondo e a noi stessi la possibilità di dire: « Io penso, io scrivo ».


5   Gombion e l’economia comportamentale


Gombion, la casa dei B. nella campagna veronese, è stregata? Come spiegare altrimenti pranzi collettivi che fanno sembrare rilassante il pasto dell’angelo sterminatore di Buñuel, allarmi perforanti nel silenzio della notte, piscine trasformate in brodo di batteri, produzioni di uova costose come Fabergé, serpenti che si annidano nella frescura delle stanze da letto, eventi incomprensibili alla luce della razionalità individuale?


4   Etica e società
Diario della crisi socioeconomica dal 2006 al 2009


Dal 2006 al 2009 il sistema economico, sociale e politico italiano non riesce a elaborare il progetto di riforma globale di cui ha estremamente bisogno poiché non trova la strada da percorrere dopo lo sgretolamento del sistema politico del dopoguerra causato da Democrazia Cristiana e Partito Comunista in seguito alle vicende di “mani pulite” e alla caduta del regime sovietico.


3   Ogni spina ha la sua rosa


Su un quaderno rosso, un’infermiera custodisce per anni i suoi appunti sul lavoro all’hospice di Casale Monferrato, nei quali annota le esperienze, le emozioni, le difficoltà di una missione tanto difficile da perseguire.


2   Déjà-vu
Ormai solo una Ideenflucht ci può salvare. Un epistolario alla fine del mondo


Riportando alla mente le esperienze delle neoavanguardie storiche, Déjà-vu rompe senza possibilità di soluzione con le tradizionali forme di linguaggio sia dal punto di vista semantico che grafico. Una precisa scelta estetica che spinge alle estreme possibilità la comunicatività stessa in una implosione di caos puro. Un astratto logico, visivo e visionario proiettato verso la fine del mondo.


1   Il lavoro delle mail
Guida di sopravvivenza


Ci prendiamo troppo sul serio per i compiti che realmente svolgiamo, e questo atteggiamento è fonte di molte sofferenze negli uffici italiani. Allo stesso tempo, il lavoro si è evoluto in fretta, ma molte delle sue liturgie sembrano restare immutabili e perdono di significato. Come muoversi tra riunioni, mail, uffici, capi, colleghi e organizzazioni che sembrano spesso annoiarci o urtare la nostra crescente sensibilità?