La Rivoluzione ungherese sessant’anni dopo
Giudizio storico ed eredità politica
15,00 €
9,00 €
Area 14 – Scienze politiche e sociali
     
SINTESI
La Rivoluzione ungherese del ’56 fu una rivolta antitotalitaria e una lotta per l’indipendenza e la libertà che interessò e coinvolse tutti gli strati sociali e le componenti politiche dell’Ungheria. La lezione che scaturì dalle barricate di Budapest fu esemplare: essa conteneva un messaggio universale, che, una volta recepito, mise in atto un processo di risveglio delle coscienze dei popoli dell’Europa centrorientale. La Rivoluzione ungherese, infatti, anche se tragicamente repressa nel sangue dai carri armati sovietici, aprì la strada agli avvenimenti del 1989 e degli anni seguenti che hanno portato alla caduta dei regimi comunisti nei paesi del blocco sovietico, all’abbattimento della cortina di ferro e all’allargamento a Est dell’Unione Europea.
pagine: 236
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-0151-3
data pubblicazione: Aprile 2017
editore: Aracne
collana: Iconografie d’Europa | 2
SINTESI
INDICE
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto