«L’immaginazione è una vera avventura»
Italo Svevo e il tempo ultimo della scrittura
10,00 €
6,00 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Eugenio Montale oltre mezzo secolo fa parlava di Italo Svevo come di un autore «largo e inconclusivo come la vita». I contorni dell’opera dello scrittore triestino ci appaiono oggi molto più sfrangiati per effetto dei sopravvenuti ritrovamenti e ordinamenti di altre carte e testimonianze, e in seguito alla valorizzazione di settori considerati a lungo secondari della sua produzione (dalle novelle al teatro, alle scritture private). Meno univocamente preordinato e rettilineo ci appare anche il processo di maturazione del suo discorso narrativo e, tuttavia, lo spunto montaliano riguardante la strutturale inconclusività della sua pagina mantiene una forza incisiva, come dimostra il presente volume, con la sua strategia di attraversamento pluridirezionale di temi e campi fondamentali della critica sveviana.
pagine: 164
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-255-2783-4
data pubblicazione: Novembre 2019
editore: Aracne
collana: Oggetti e soggetti | 66
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto