Contributo allo studio del diritto del farmaco nella prospettiva degli Stati federali
9,6 €
Area 12 – Scienze giuridiche
     
SINTESI
Il bene “farmaco” conosce una regolamentazione che può essere definita come “multidirezionale” e “multilivello”: da un lato, infatti, chiama in causa una pluralità di questioni giuridiche di rilevanza costituzionale e, dall’altro, si colloca su diversi livelli normativi (che vanno dalla dimensione internazionale a quella substatale). Da questa seconda prospettiva, osservatorio particolarmente privilegiato è costituito dagli ordinamenti federali, la cui analisi consente di verificare quali aspetti del “diritto del farmaco” hanno raggiunto un significativo livello di armonizzazione e quali, invece, sembrano resistere ad essa. Unitamente a quelle di Stati Uniti e Canada, vengono indagate le esperienze dell’Unione europea (per via del peculiare federalizing process che ne caratterizza l’evoluzione) e di alcune “democrazie emergenti”, quali India e Brasile che, nonostante rappresentino i principali mercati farmaceutici tra le economie del “Sud del mondo”, scontano tuttora — specie in termini di accesso ai farmaci essenziali — un marcato divario rispetto ai Paesi del “Nord del mondo”.
pagine: 236
formato: digitale
ISBN: 978-88-255-3909-7
data pubblicazione: Novembre 2020
marchio editoriale: Aracne
editore:
collana: Comparare diritti | 4
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto