Giulio Cesare Vanini nell’Europa del Seicento
Seconda edizione aggiornata
42,00 €
25,2 €
Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche
     
SINTESI
In questa nuova edizione aggiornata (prima edizione: Istituti Editoriali e Poligrafici Internazionali, Roma–Pisa 2005) Raimondi conduce una scrupolosa indagine critica sulla figura di Vanini, liberandola da una lunga serie di travisamenti storici e di pregiudiziali malevolenze, spesso dettate da motivazioni ideologiche. Avvalendosi della più ampia collazione di documenti finora messa a punto (l’apparato documentario consta di 206 documenti) e di una vastissima conoscenza della bibliografia vaniniana dal Seicento a oggi (comprendente circa 9000 titoli), nel ricostruire gli ambienti culturali entro cui Vanini maturò la sua formazione filosofica (dalla formazione filosofico-giuridica napoletana a quella padovano-veneziana, il difficile incontro con l’anglicanesimo nelle sue diverse sfaccettature, la grande avventura parigina a contatto con il libertinage aristocratico e borghese e infine il duro scontro con l’ultramontanismo tolosano) l’autore restituisce sia un variegato spaccato della cultura europea del secondo decennio del XVII secolo, sia un accurato profilo dell’evoluzione del pensiero vaniniano che, sfociando in un ateismo coerente e in un razionalismo radicale e antidogmatico, respinge ogni evasione di tipo metafisico e teologico e segna uno dei momenti più rappresentativi del pensiero europeo moderno. Il volume è infine corredato da una sezione documentaria e da un apparato iconografico.
pagine: 936
formato: 17 x 24
ISBN: 978-88-548-7894-5
data pubblicazione: Dicembre 2015
editore: Aracne
collana: Ars inveniendi | 34
SINTESI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto