Senza lenti
8,00 €
4,8 €
Area 10 – Scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche
     
SINTESI
Un vecchio signore trova in una soffitta il diario della nonna Erica, vissuta negli anni del dopoguerra. Lei racconta la sua storia e quella di Daniele Bemporad, un chirurgo ebreo che, presumibilmente per un trauma, perde la vista al momento del rientro in Italia dopo la prigionia in un campo di concentramento. Erica, che si fa chiamare Ada, lavora come infermiera in casa di Daniele e nello stesso tempo presta servizio in una clinica per malattie nervose a Roma. Viene alla luce un intreccio in cui la donna è coinvolta, e una doppia identità che la trasforma in angelo della morte. Grazie ad una nuova capacità di percezione acquisita da Daniele, che gli consente di vedere l’anima delle persone e di riuscire a frugare nei loro sentimenti, Ada viene scoperta e vengono alla luce il suo passato e le sue colpe. Quello che apparentemente potrebbe sembrare un giallo, in realtà è una riflessione per approfondire sia la tematica della violenza, basata su un uso distorto dell’ideologia e della religione, che riguarda il passato ma anche il presente, sia il tema dell’eutanasia attiva e passiva, teatro dei personaggi del romanzo.
pagine: 100
formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-548-8448-9
data pubblicazione: Luglio 2015
editore: Aracne
collana: Prova d’autore | 53
SINTESI
EVENTI
Informativa      Aracneeditrice.it si avvale di cookie, anche di terze parti, per offrirti il migliore servizio possibile. Cliccando 'Accetto' o continuando la navigazione ne acconsenti l'utilizzo. Per saperne di più
Accetto